Logo Ultra Experience bianco esteso

Follow us on

Telo di proiezione trasparente: cos’è e quando serve?

In alcuni tipi di Home Theatre gli altoparlanti sono nascosti alla vista. Per ottenere lo scopo, tuttavia, si rendono necessari speciali accorgimenti tecnici e l’uso di teli fono-trasparenti, cioè teli di proiezione capaci di lasciar passare il suono senza ostacolarlo. Ne esistono di diversi tipi, con prestazioni e costi diversi: per esempio perforati, micro-perforati o in fibra di carbonio. Ecco tutto quello che c’è da sapere sull’argomento.

Cos’è un Telo Fono-Trasparente

Un telo fono-trasparente (o “acusticamente trasparente”) è uno schermo costituito di uno speciale materiale intrecciato che blocca il passaggio della luce senza ostacolare né distorcere il suono. Risulta fondamentale quando si desidera posizionare gli altoparlanti dietro lo schermo, così da nasconderli alla vista, o quando non c’è fisicamente abbastanza spazio per collocarli a vista. Ciò produce diversi benefìci.

Prima di tutto, la sala è molto più ordinata, dal design pulito e minimalista. Eliminando i diffusori laterali, si può recuperare tutto lo spazio utile installando uno schermo di proiezione più ampio. Infine, questa configurazione restituisce la netta impressione che le voci degli attori e gli effetti sonori provengano direttamente dall’immagine stessa.

Il risultato è un maggiore realismo e un livello di immersività nettamente superiore: sembra proprio di essere davanti al set. La sala Home Theatre è più bella e sofisticata e lo schermo può riempire completamente la parete. E tra l’altro, la qualità di questo tipo di schermi è solitamente superiore rispetto agli omologhi standard.

Tanti Pro

In genere, musica, dialoghi e effetti acustici sono riprodotti dagli altoparlanti del canale anteriore centrale, sinistro e destro. Se il suono proviene da dietro lo schermo, tuttavia, l’effetto finale fa percepire i suoni come fossero generati direttamente dalle azioni e dalle bocche degli attori. A leggerlo può sembrare poca cosa, ma ti assicuriamo che essere travolti dal flusso sonoro di un telo fono-trasparente su uno schermo di 150 pollici è davvero magico!

È qualcosa che puoi capire solo dopo averla provata almeno una volta nella vita. E questo è niente.

Con uno schermo standard, è necessario studiare l’installazione degli altoparlanti, in modo da puntare nel migliore dei modi tutti gli spettatori. Ma calcolare la posizione ottimale è molto complesso e deve tenere conto di tante variabili. Posizionare i diffusori dietro lo schermo invece semplifica tantissimo il lavoro, accelera il progetto e soprattutto garantisce sempre il miglior risultato possibile a livello di diffusione sonora.

Inoltre, permette di concentrarsi sulle specifiche tecniche piuttosto che sugli aspetti estetici. Ecco perché gli Home Theatre migliori sono sempre basati su speaker nascosti.

Anche se la vera chicca, secondo noi, è un’altra. Eliminando le casse ai lati dello schermo, è possibile sfruttare tutto lo spazio utile e ottenere così dimensioni più ampie dello schermo. Si, volendo puoi letteralmente coprire un’intera parete!

Tipi di Schermi Fono-Trasparenti

Esistono due tipi principali di schermi acusticamente trasparenti: gli schermi intrecciati e gli schermi traforati.

Schermi Traforati

Gli schermi traforati sono costituiti da un telo in PVC molto resistente costellato da una serie di fori di diametro pari o inferiore a 0,3 mm. In alcuni casi, quando il diametro è molto più piccolo, si parla di teli micro-perforati.

Queste perforazioni sono ciò che permette al suono di penetrare nello schermo bloccando invece gran parte della luce; tale peculiarità impedisce che l’immagine si rifletta dalla parete retrostante e raggiunga agli occhi dello spettatore attraverso le perforazioni.

Da vicino è possibile distinguere i fori, ma basta allontanarsi di soli i 20-30 centimetri perché l’occhio umano non li percepisca più. E con l’avanzare della tecnologia, questa distanza si fa sempre più piccola: più sono minuti i fori, infatti, e migliore sarà l’effetto finale; e ciò è fondamentale con i moderni proiettori ad alta risoluzione.

Schermi Intrecciati

In luogo di una singola superficie forata, uno schermo intrecciato è realizzato in modo molto simile ad un tessuto. Questo tipo di teli presenta naturali variazioni nello spessore e nel pattern, il che li rende più efficaci nel ridurre l’allineamento con i pixel del proiettore e di conseguenza ridurre gli inconvenienti tipici degli schermi perforati. Come, ad esempio, il temuto effetto Moiré, di cui parleremo nel prossimo paragrafo.

In generale, grazie ad una trama caratterizzata da un angolo molto preciso, un tessuto intrecciato tende a far fluire il suono con minore difficoltà rispetto ad uno schermo perforato. E seppur sia vero che alcune frequenze tendono ad essere assorbite dallo schermo, è comunque possibile risolvere regolando i controlli di tono e l’equalizzazione di base degli altoparlanti. Insomma, non è mai davvero un problema.

Possibili Problemi degli Schermi Perforati

1. Effetto Moiré

L’effetto Moiré si riferisce alle linee e ai motivi che talvolta si vedono sullo schermo di proiezione. Può manifestarsi sotto forma di una linea orizzontale, verticale o diagonale causata da un’imperfezione nella trama del materiale. Se l’immagine del proiettore ha un’angolazione errata o se si allinea con la struttura dei fori può generare questo inconveniente.

Si tratta di un fastidioso artefatto video che distrae dai contenuti proiettati e costringe gli occhi a compiere uno sforzo. È un problema è legato alla risoluzione e, a seconda dei casi, può dipendere da due possibili fattori:

  1. Lo schermo di proiezione è di scarsa qualità e presenta una trama troppo fitta, perforazioni troppo grandi o una trama non uniforme.
  2. Dal proiettore.

Il Moiré si verifica quando le micro-perforazioni del telo si allineano o sovrappongono ai pixel del film proiettato, fondendosi in lunghe linee ben visibili sullo schermo. Di solito, è più probabile che il difetto si verifichi coi teli perforati, piuttosto che con quelli intrecciati. Questo perché è più probabile che l’immagine del proiettore trovi degli allineamenti casuali con la struttura dei fori.

Questo fenomeno diventa sempre più diffuso coi proiettori HD da 1080p e soprattutto 4K, a causa della maggiore quantità di linee presenti nello schermo. Ma scegliendo schermi perforati -o meglio ancora intrecciati- di elevata qualità si elimina alla radice il problema.

2. Minore efficienza acustica

Come detto, gli schermi perforati hanno un reticolo di piccoli fori che coprono fino al 10% dell’area del telo in PVC. Nonostante la loro capillarità, comunque, offrono alle onde sonore una porzione molto piccola di spazio in cui passare. È inevitabile, dunque, che si verifichino degli smorzamenti.

A questo si aggiunge un altro problema. Gran parte del suono a determinate frequenze tende a rimbalzare sullo schermo invece di attraversarlo. Ciò implica la necessità di impostare a regola d’arte equalizzazione e altre impostazioni per ottenere i migliori risultati acustici possibili.

Schermo Acusticamente Trasparente

Come Sceglierlo

Il mercato è inondato di prodotti e marche diverse. Ma scegliere uno schermo di proiezione adatto al proprio impianto non è facile. Le domande che gli utenti si fanno di solito sono:

  • Schermo intrecciato o perforato?
  • Quale rapporto dovrebbe avere lo schermo del proiettore?
  • Quali dimensioni scegliere per lo schermo?
  • Quanto guadagno impostare?

E così via. L’utilizzo di uno schermo acusticamente trasparente è un ottimo modo per portare al livello successivo l’esperienza del tuo Home Theatre. La possibilità di posizionare gli altoparlanti dietro lo schermo del proiettore regala moltissimi benefìci e un’esperienza più coinvolgente per gli spettatori. E ciò, alla fin fine, è quel che spinge gli utenti a imbarcarsi nell’impresa di costruire il cinema a casa propria.

Vuoi saperne di più?

Via Valsugana 102C
Bassano del Grappa
Vicenza, Italia

+39 0445 191 1502

mail@ultraexperience.it

Tags :

Condividi ora l'articolo!