Logo Ultra Experience bianco esteso

Follow us on

Proiettori DLP: pro e contro

Non è necessario possedere una Media Room o un Home Theater dedicati, per installare un proiettore. Grazie alle tecnologie disponibili oggi, ai pannelli retrattili e alla domotica, trasformare il salotto in un vero cinema è letteralmente questione di un comando vocale. Prima di gettarsi nella scelta dell’hardware, tuttavia, occorre fare un po’ di chiarezza e soffermarsi sulle tre principali tipologie di proiettori che è possibile reperire sul mercato: parliamo di DLP, LCD e LCoS.

Ognuno di essi ha pro e contro, e non è necessariamente detto che la soluzione più costosa sul mercato sia sempre la migliore per l’uso che un utente si prefigge. Dipende molto dal tipo di sala che si possiede, dalla quantità di luce che la caratterizza e sopratutto dal tipo di contenuti che si intende guardare. Oggi parliamo dei DLP.

Proiettori DLP: Come funzionano

Acronimo di Digital Light Processing, i proiettori DLP sono basati su un reticolato di microscopici specchi (fino a 2 milioni) controllati uno per uno da uno speciale chip; e ad ognuno di questi piccoli specchi corrisponde poi un pixel proiettato sullo schermo.

Attraverso la particolare struttura degli specchi e ai loro impercettibili movimenti, è possibile creare un’immagine molto definitiva a priva di difetti di retinatura. La cosa si ottiene riverberando la luce attraverso la cosiddetta ruota dei colori, un disco diviso in aree di filtro rosso, verde e blu che ruota nella traiettoria della luce tra la sorgente luminosa e il chip DLP, così da aggiungere gli elementi di colore necessari.

La contropartita più evidente di questo approccio è “l’effetto arcobaleno” che talvolta denunciano alcuni spettatori; vale a dire una sorta di sfarfallio del colore che a lungo andare può affaticare l’occhio. Un tipico esempio è quando si guarda una scritta bianca che, muovendo un po’ la testa, si scompone in una sorta di aura rosso verde blu. In ogni caso, non tutti hanno gli stessi livelli di sensibilità, dunque vi consigliamo di fare semplicemente una prova prima dell’acquisto.

La tecnologia DLP richiede poco spazio e poca o nulla manutenzione, e se a questo aggiungete anche l’estrema economicità, non sorprende che sia diventato uno dei sistemi di riproduzione più diffusi. È un prodotto ideale per l’uso domestico, per chi non ha grosse pretese, per la proiezione di video movimenti come sport e videogame, e in ambiente business.

?? Contrasto più alto, colori brillanti?? Effetto arcobaleno (leggeri flash colorati)
?? Ottima leggibilità di scritte e linee?? La rotazione della ruota dei colori può risultare rumorosa
?? Longevità & scarsa manutenzione?? Fedeltà cromatica inferiore, neri poco profondi

Vuoi saperne di più?

Via Valsugana 102C
Bassano del Grappa
Vicenza, Italia

+39 0445 191 1502

mail@ultraexperience.it

Tags :

Condividi ora l'articolo!